In questa guida spieghiamo come funziona un aspirabriciole.

L’aspirabriciole è un elettrodomestico utile per aspirare le fastidiose briciole che si accumulano sul tavolo oppure altrove. Sul mercato esistono diverse tipologie di aspirabriciole, da tavolo, per la pulizia dell’automobile, quelli combinati e con system wet and dry.

NV2420N

L’aspirabriciole da tavolo è il modello più noto e diffuso, indicato per aspirare le briciole dal tavolo dopo avere consumato i pasti. Il suo prezzo può variare a seconda degli accessori in dotazione e della categoria a cui appartiene. L’aspirabriciole per la pulizia dell’automobile, invece, è un modello adatto alla pulizia di tutte le auto. Prima di acquistarlo, però, è importante accertarsi di avere scelto il modello giusto, facendo attenzione alla lunghezza del cavo e ad alcune caratteristiche. La capacità deve essere di almeno 500 ml, in modo che ci sia lo spazio sufficiente per contenere i residui di una pulizia completa. Bisogna prestare particolare attenzione anche alla lunghezza che deve aggirarsi intorno ai 5 m. Inoltre, è necessario che l‘aspirabriciole per automobile sia dotato dei seguenti accessori, una bocchettina a lancia e una spazzolina per i tessuti.

Infine, è da tenere in considerazione la potenza aspirante, se essa è troppo bassa, l’aspirabriciole potrebbe risultare poco utile allo scopo.

Gli aspirabriciole combinati possono essere suddivisi in due categorie, veri e propri aspiratutto portatili e i modelli combinati. I primi possono essere considerati, in realtà, dei veri e propri aspirapolvere, vengono utilizzati per i lavori veloci in casa, per aspirare le briciole o per pulire i piani alti di librerie e anche per pulire l’auto. Sono maneggevoli, potenti e parecchio versatili, ma sono anche di dimensione e peso maggiori rispetto ad un normale aspirabriciole. Troviamo poi le categorie di aspirabriciole due in uno o, ancora, modelli di scopa elettrica che hanno incluso anche un aspirabriciole posto sull’asse della scopa, in posizione verticale.

Infine, vi è l’aspirabriciole con system wet and  dry che permette di aspirare anche i liquidi, senza il rischio di danneggiare il proprio apparecchio. Il serbatoio dell’aspirabriciole con system wet and dry è diviso, uno è per la polvere e un altro è per i liquidi, la capienza per la polvere e le briciole è comunque di 0,5 circa, molto inferiore rispetto a quella per l’acqua. Le caratteristiche tecniche di questi aspirabriciole, in genere, sono le seguenti, capacità per liquidi di 0,11 l, capacità polvere 0,5 l, sistema a filtro con aspira liquidi e solidi, bocchette come accessori, voltaggio della batteria di 4,8 V, durata di funzionamento di 10 minuti, peso del prodotto di 1,4 Kg.

Uno svantaggio dell’aspirabriciole sta nel fatto di dovere lasciare la base di ricarica perennemente collegata ad una presa di corrente, difficoltà che però si può evitare scegliendo un modello a batteria o manuale per le briciole del tavolo.

Per quanto riguarda i prezzi degli aspirabriciole, essi variano a seconda del modello, dell’offerta e della tipologia, anche se la funzionalità wet and dry non sembra incidere sul costo. In conclusione, possiamo senza dubbio affermare che gli aspirabriciole possono essere ottimi elettrodomestici, comodi e maneggevoli visto che non sono dotati di fili ingombranti e danno un valido aiuto nelle faccende domestiche, anche se non si può parlare di un’accurata pulizia.

Se, però, si è già in possesso di un’aspirapolvere potente o di una valida scopa elettrica, si può tranquillamente fare a meno di questo elettrodomestico e risparmiare sull’acquisto. Gli aspirabriciole potrebbero, invece, risultare molto utili per pulire gli interni delle automobili, in questo caso specifico si rivelano sempre un’ottima scelta che si traduce in un vantaggioso risparmio.